giovedì 23 gennaio 2014

Ragù con le Puntine di Maiale

 Ragù (o ragu o ragout) ....con le Puntine di Maiale!
 La domenica ....è sempre domenica....ed il ragù fa tanto domenica! La difficoltà (per me!) è che ci vorrebbero anche degli gnocchi o, per es., maccheroni fatti in casa..!
 Ma sono un mezzo disastro....anche perchè non mi sono mai applicata molto nella preparazione della pasta fatta in casa! ....sono preparata...ma solo tecnicamente! :)
 E per questo, al fine di non sprecare questo spettacolare condimento...gli gnocchi li ho comprati già fatti (ma anche già sperimentati...)! ;)

  Ed ecco il risultato finale

Veniamo al nostro ragù.
Queste sono le puntine di maiale (circa 700g)
che ho fatto rosolare, da tutti i lati, in olio evo ed una noce di burro.
 Volete sentire lo "sfrigolìo"? ...ecco un mini-video

Appena si sono ben imbrunite, le ho spolverizzate con due bustine di insaporitore per sughi al pomodoro Ariosto,
  ho aggiunto circa 800g di polpa di pomodoro,
un pò d'acqua e a fuoco bassissimo l'ho fatto bollire per quasi due ore!
Ed ecco il "pippitiamento" tipico del ragù....
 Gli gnocchi si sono cotti in tre minuti e li abbiamo conditi con questo sugo!
Parmigiano? Sicuramente! Io lo metto prima sugli gnocchi e dopo verso il sugo. Mio marito preferisce prima il sugo, mescolarlo con gli gnocchi e poi cospargere con abbondante parmigiano!
Fate un po' a piacere vostro! :D

P.S.: Dopo qualche giorno mi sono cimentata nella preparazione degli gnocchi e se vi va di vedere il risultato qui!!!!

  Ed a voi come piace farlo? ...il ragù intendo!!! ;)
Ci sono molti modi di prepararlo. Ognuno ha una propria tradizione e/o una grande fantasia da stravolgere le ricette più consolidate!
 E non di sola carne...oggi...viene preparato: di pesce e verdure, ormai, se ne sente parlare sempre più spesso!
  Per questo 6blogger6, unitesi in un nuovo blog Kitchen Pinching, hanno dato il via ad una grande raccolta di ragù, di tutti i generi, così da avere in un unico documento un ventaglio di scelta tale da soddisfare tutti i tipi di palati ....finanche i vegetariani!
  Allora ...clicca qui e vieni con noi!!!
 

sabato 18 gennaio 2014

Tutti bravi con SiliKoMart!!!

   Eh sì... lo posso dire a gran voce!
TUTTI BRAVI CON SILIKOMART!!!!
   Innanzitutto voglio ringraziare la SilikoMart per lo splendido stampo che mi ha regalato...
   Lo so.. sono un po' (troppo) in ritardo ma....il tempo è stato particolarmente tiranno in questi ultimi mesi.
   Devo dire che non preparo molto spesso dolci.... sia per evitare che vengano spazzolati in un nanosecondo da me e dal mio ancor più goloso consorte, sia per mancanza di tempo che è giusto dedicare alla preparazione di una torta, biscotto o budino di che trattasi!
  Con i dolci non si scherza... si devono rispettare dosi e tempi in maniera certosina affinchè vengano "a regola d'arte"!
  Non avendo, però, quella dote "artistica", manuale, innata in chi si cimenta in dolci preparazioni,  mi aiuto con le forme più svariate che danno vita alla mia fantasia.
  Durante le festività ho avuto modo di stare assiema ad una delle creatrici di www.aphrodEATe.de che, nonostante il sito in tedesco (ma pieno di eccellenze del food del nostro Bel Paese), è italianissima e bravissima nell'arte culinaria e non (ve ne parlerò più a lungo e svelerò anche chi c'è dietro, dando così il giusto spazio al sito che merita una più ampia presentazione!!!!).
  Abbiamo unito così le "forze" ed abbiamo dato vita a questi...friabili biscotti di pastafrolla, ripieni di cioccolato, con le sembianze dell'omino pan di zenzero e dei bastoncini di zucchero (gingerbread man)!
  Ve li mostro subito subito...
   Che ne dite? ...non sono invitanti?
   Abbiamo proceduto così.
   Per la pastafrolla, abbiamo rapidamente impastato  250g farina 00, 30g mandorle tritate, 150g burro freddo a cubetti, 80g zucchero, un uovo, un pizzico di sale, vaniglia (praticamente la stessa base adoperata per la Creame, chocolate and salted caramel).
   Abbiamo messo il panetto in frigo (avvolto nella pellicola da cucina) per almeno due ore.
   Ecco il meraviglioso stampo della SilikoMart di cui vi ho detto!!! Trooopppo carino!!!
Stampo SilikoMart

  Abbiamo steso la pasta dello spessore di 4mm circa ed abbiamo iniziato a foderare lo stampo.
   Per farcirlo abbiamo usato del cioccolato fuso (quello già pronto e che serve, solitamente, a decorare i dolci!!!) ...
...e, infine, sigillato il tutto con altra pastafrolla.
   In forno a 180° circa per una ventina di minuti!
 Dopo averli fatti raffreddare leggermente, li abbiamo tolti dallo stampo....
   Una spolverata di zucchero a velo e... voilà...
   Dentro sono così....
    Chissà a quante altre varianti la fantasia può dar luogo.....!!!
Grazie ancora SilikoMart!!!!  :)




martedì 14 gennaio 2014

Calamarata al forno con le Melanzane

La "calamarata" .... è, anche, così definito un tipo di pasta per la sua particolare forma che somiglia agli anelli di calamaro.
  Volutamente non mi sono voluta addentrare a ricercare origini, paternità, maternità, codice fiscale, etc. etc., di questo tipo di pasta per non incorrere in errori che molto facilmente possono riscontrarsi in questo campo...
 Ormai molti pastifici producono questo tipo di pasta; è, quindi,  molto conosciuta ai più!
  Io l'ho preparata così...!!
  Che ve ne pare? Non viene voglia di mangiarne una porzione?
  L'ho preparata in modo molto semplice e leggero.
  Ho arrostito 4-5 fette di melanzana e le ho tagliate a listarelle.
  In una pentola ho fatto insaporire l'olio (evo) con dell'aglio.
Ho aggiunto la melanzana, mescolato un minuto appena......
 ... ho versato una bottiglietta di passata di pomodoro ciliegino ed aggiunto un pizzico di sale.

   Ho fatto cuocere per una decina di minuti a fuoco basso.
  Nel frattempo, in abbondante acqua leggermente salata, ho fatto cuocere la pasta, l'ho scolata al "dentissimo" e versata direttamente nel sugo.
  Ho aggiunto abbondante parmigiano grattuggiato (ancora meglio... del pecorino), amalgamato bene pasta e sugo e versata in una pirofila, cospargendola con dell'altro parmigiano.
   In forno per circa 20-25 minuti a 180° circa. Per i primi 15 minuti, ho coperto la pirofila con un foglio di alluminio.
  Pronta!! Gustosa e leggera!!



  Vi faccio vedere meglio il formato di pasta che ho usato...
   Al prossimo post!!! :)

mercoledì 8 gennaio 2014

Salsiccia in risoluzione di.... Nero d'Avola!

 ...a dispetto del nome è una ricetta ultrasemplice!!!!


  Ho fatto bollire la salsiccia (era congelata) in un po' d'acqua, bucherellandola di tanto in tanto.
  Appena l'acqua si è asciugata quasi del tutto ho aggiunto mezzo bicchiere di vino rosso (qui ho usato il Nero d'Avola) che, evaporando, ha lasciato spazio ad una deliziosa cremina.
  Fatto!! Il pranzo è servito!!
  Ve lo avevo detto che era superfacile e super veloce!!!!
  Alla prossima!
:*