mercoledì 30 aprile 2014

Ravioli ai Funghi Porcini con Burro e Salvia

    Sì, in questo periodo sono un po' propensa a dedicarmi alla cucina veloce.. per mancanza di tempo e di concentrazione..., ma non per questo non è possibile portare in tavola una pietanza gustosa.
  I pasti quotidiani dovrebbero essere veramente un momento di "riappacificamento" con la vita, che spezza la routine e dà la giusta carica ad affrontare la giornata.
 Ed ecco che ci vengono incontro sugli scaffali dei supermercati alcuni prodotti veramente validi ed utili a chi, come me, in questo periodo ha poco tempo da dedicare alla cucina (ma anche a chi non ha per nulla voglia di mettersi ai fornelli o non ne è capace...).
 Questi Ravioli ai Funghi Porcini (di una marca più che famosa), sono proprio eccellenti sia nel gusto quanto nella resa alla cottura: non se ne è aperto nemmeno uno!
  Mentre cuocevo i ravioli, in una padella abbastanza larga, ho fatto fondere del burro. Ho messo varie foglie di salvia fresca ed appena il burro ha iniziato a sfrigolare ho spento il fuoco.
  Cotti i ravioli, li ho scolati nella padella ed a fuoco bassissimo, li ho amalgamati con estrema delicatezza al burro.
 Una pioggia abbondante di parmigiano e... si mangia!!!



lunedì 28 aprile 2014

Penne rigate con Zucchine ed Uova

    Pasta corta, zucchine, uova, parmigiano, aglio, prezzemolo, sale.
   Ingredienti semplici che possono rendere molto gustoso un primo piatto.
   Sicuramente è un piatto che avete già provato... io lo preparo così.
   Taglio la zucchina a dadi che faccio saltare in padella con uno spicchio d'aglio ed olio evo (aggiungo il sale a cottura ultimata).
 In una ciotola sbatto le uova (una a persona) con del parmigiano grattugiato e del prezzemolo tritato.
 Quando la pasta è "prima che al dente", la scolo e la ripasso in padella con il battuto di uova. Dopo aggiungo le zucchine. Impiatto e, a piacere, aggiungo del parmigiano.
  Buon appetito!!! :)


venerdì 25 aprile 2014

Crostata morbida con Crema di Ricotta

   Un pomeriggio di marzo... uno dei tanti trascorsi fuori casa... per vari motivi... 
Il tempo fermo... in attesa di notizie ... circondati dall'affetto di amici veri che si fanno in quattro... in sei... in otto... per renderti questo periodo da "nodo in gola"... il più sereno possibile.
 Così zia Bianca inizia a scovare gli ingredienti, in una cucina fin troppo bene attrezzata e, "ad occhio", prepara una torta!
 "C'è della ricotta...se può servire!"
Bene... si comincia!
 In una ciotola verso "un po' meno di un sacchetto da mezzo chilo di farina", 1 uovo intero + un tuorlo, circa 150g di zucchero, 200g circa di burro, una bustina di lievito.
  Impasto molto velocemente, avvolgo nella pellicola da cucina e sistemo il panetto in frigo.
 In un'altra ciotola metto la ricotta (circa 200g), tre-quattro cucchiai di zucchero, 2 uova intere (amalgamandone uno per volta). Trovo nella dispensa di Silvia una fialetta di aroma di fiori d'arancio... ed aggiungo anche quella.
 Riprendo il panetto dal frigo e fodero, con poco più della metà, uno stampo per tortiere semplicemente aiutandomi con le dita, lasciando i bordi un po' alti.
 Verso la crema di ricotta e con la frolla rimanente preparo delle decorazioni che man mano vanno a ricoprire la crostata... 
 In forno per circa 40minuti a 175°-180°
  Sono contenta del risultato.. è venuta buona ed è stata accolta e divorata con lo stesso entusiasmo.
Friabile da cuore morbido... un'ottima alternativa a chi non ama la Pastiera.... come me!! 

sabato 19 aprile 2014

Video presentazione AphrodEATe


Vi avevo preannunciato sorprese da parte di Manuela Carzo... ricordate!!!!
Questa è una...! 
  Ma presto... ne avremo una anche sul blog!
 Intanto raccomandate tranquillamente questo sito. Ne garantisco serietà, qualità ed onestà assolute!!!
  Visitate anche la pagina di AprhodEATe su fb ...vi piacerà sicuramente!!!
 A presto!
ziabianca

lunedì 14 aprile 2014

Zuppa di cipolle

  Buona la zuppa di cipolle, vero?
 So bene  che con la pentola a pressione ci si impiegherebbe minor tempo ma.... non ho un buon feeling anche perchè mi piace, ogni tanto, sbirciare nella pentola per controllare la cottura.
  Bando alle chiacchiere.. madames et monsieur  vi presento la mia  soupe à l'oignon...
        Molto semplice da preparare.
   Ho affettato  5 cipolle medio-grandi direttamente nella pentola, dove ho messo olio e burro a scaldare.

   Le ho mescolate setacciando sopra un cucchiaio di farina e le ho, molto blandamente, rosolate.
    Ho aggiunto del brodo caldo e fatte sobbollire per circa un'ora e mezza (fino a quando la cipolla non è diventata trasparente ed  il tutto ....cremoso).
  Ho versato la zuppa in una pirofila da forno e cosparsa con abbondante parmigiano.
   Ho passato la zuppa al grill per qualche minuto e ...voilà... "lazuppetecotta"!!!!
  Ho abbrustolito delle fette di pane, le ho messe nei piatti fondi ed ho versato sopra la zuppa calda...
  La zuppa di cipolle è servita!



sabato 12 aprile 2014

Kitchen Pinching: Come ti piace farle? le polpette

 Con   questa ricetta (qui)  partecipo al  contest 

Farò in tempo Francesca.. promesso!!!!



Kitchen Pinching: Come ti piace farle? le polpette: Le polpette ...mmmhhhh se parliamo di polpette ci viene in mente di tutto, polpette di carne, polpette di pesce, di verdure, di pane, al...

martedì 1 aprile 2014

Anffas Open Day

  Ancora al giorno d'oggi,molte famiglie vivono situazioni di disagio poichè, il più delle volte, non hanno la possibilità di sapere che esistono Organizzazioni di volontariato, senza scopo di lucro e riconosciute a livello nazionale, alle quali poter chiedere aiuto nell'alleviare e/o risolvere il loro problema.
  Una fra queste è l'Anffas, nata a Roma il 28 marzo del 1958,  dall'unione di genitori, familiari ed amici di persone che hanno difficoltà intelletti e/o relazionali, perchè solo  le persone che stanno più a stretto contatto  sanno che "una famiglia per un disabile non basta". E molte situazioni vedono anche persone bisognose d'aiuto che una famiglia non ce l'hanno neppure.
  L'Associazione è  presente su tutto il territorio nazionale e consta di 169 Associazioni locali. Persegue il proprio scopo attraverso lo sviluppo di molteplici attività che vanno dal mantenere i rapporti con le Istituzioni alla partecipazione alle attività legislative in materia di disabilità, dal promuovere la formazione degli insegnanti, degli operatori sociali e di chiunque debba entrare, quale educatore, in contatto con la persona disabile all'inserimento nel mondo del lavoro della stessa, nonchè assumere, in ogni sede, la rappresentanza e la tutela dei diritti umani, sociali e civili di quelle persone che altrimenti, a causa della loro incapacità, non sarebbero in grado di farlo.
   E quest'anno, come da sette anni accade, il 28 marzo si è celebrata con un vero e proprio' Open Day  la   Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale,
  Porte aperte, quindi, delle sedi dell'Anfass dove è stato possibile accedere per conoscere le famiglie che le compongono e le molteplici attività svolte  con l'obiettivo di combattere barriere e stereotipi mentali, pregiudizi e discriminazioni, promuovendo le pari opportunità ad ogni lovello sociale e civile.
Articolo non sponsorizzato