lunedì 30 aprile 2012

Linguine al sugo di Cernia

...ricordate la storia della Cernia di qualche giorno fa ? ....ebbene con la testa e la coda (che avevo congelato) ho preparato un gustoso piatto di linguine.
  In una padella ho messo i pezzi di Cernia, prezzemolo, pomodorini datterini a tocchetti, sale, olio d'oliva, aglio tritato grossolonamente e acqua q.b. a non coprire completamente il pesce.
  Ho lasciato cuocere per circa dieci minuti, con il coperchio, fino a quando non ho notato che il pesce era quasi cotto. Ho levato la parte della coda, l'ho pulita dalla pelle e dalle lische ed ho rimesso i filettini in padella.
  Dalla testa ho levato le "guanciotte" che ho rimesso in padella.
  Sono stata attentissima affinché nessuna lisca fosse rimasta nel sughetto (ancora abbastanza liquido) a cui ho aggiunto un cucchiaio di concentrato di pomodoro.
  Ho lasciato cuocere fino a farlo addensare (ma non molto).
  Scolate le linguine "al dentissimo" le ho fatte saltare in padella per qualche minuto. Infine del prezzemolo tritato.
  Mio marito ha aggiunto il peperoncino e del parmigiano....!!! 

Buon Compleanno Mimmo!!!!!!!!!!!!!!!!!

.....intanto le foto........!!!
....questo "post" è tutto per te maritino mio.............!!!!
....te gusta?

sabato 28 aprile 2012

Polpettoncini morbidi morbidi ..con Speck e Formaggio

   Nel preparare questi polpettoncini...mi sono accorta che non avevo della mollica di pane da ammorbidire nel latte ed allora ho pensato di procedere diversamente!
 In una ciotola ho messo 200g circa di carne tritata, un uovo, aglio tritato, prezzemolo, pecorino grattugiato (più saporito), un pizzico di sale ed una patata lessa (condita con un pizzico di sale ed un filo di olio d'oliva), di circa 100g scarsi (schiacciata con la forchetta)...! 

venerdì 27 aprile 2012

Bocconcini di Cernia in Agrodolce...al Bergamotto


...Questa ricetta nasce dalla....disperazione del momento.

Vi racconto un pò come è andata.
   Sabato scorso, dal mio fornitore abituale di omega 3.... (...l'età avanza...!), vidi una bella Cernia! ...E' la volta buona - pensai - di sperimentare la preparazione "al sale"!! ... "Ok, vada per la Cernia...intanto vado a fare un pò di spesa nei dintorni  e ripasso!" Così dissi uscendo. Comprai, tra le altre cose, 3 chili di sale grosso (i vari odori già li ho a casa) e ritornai in pescheria. Ma ancora non era pronto :(  Rientro a casa e .....illuminazione.... "non toglierà anche le squame?" ... telefono immediatamente e.....GRRRRRRRR GRRRRRRRR.... niente da fare.... squame addìo!!! ...vabbè, vedrò di preparare i filetti in qualche altro modo, pensai.
  Ritornai per prendere il pesce e, finalmente, me ne andai in cucina con tante possibili preparazioni che mi giravano intorno alla testa a mò di aureola.....!!!
  Aprii la busta, tolsi l'ivolucro contenente la cernia e .....GRRRRRRRRRRRRRR GRRRRRRRRR GRRRRRRRR ....era stata divisa in tranci!!!!!!!!!!!!  Accidenti...ed ora? ....
   La testa (tagliata in due) e la coda, le ho congelate ( per un buon piatto di pasta), il pezzo più cicciotto l'ho pulito bene bene e ne ho ricavato dei bocconcini e l'ultimo l'ho lasciato così com'era...
   Ma qui parliamo dei Bocconcini di Cernia.
  Molto semplicemente li ho infarinati e fatti rosolare nell'olio d'oliva con un'aggiunta di burro. Appena pronti li ho salati e "sfumati" con una tazzina da caffè piena di Sciroppo di Bergamotto... praticamente lo stesso procedimento che si usa per le scaloppine...!
  E che vi devo dire?.... subito un profumo spettacolare invade la cucina ....i bocconcini tendevano a caramellarsi per via dello zucchero....insomma.... una BONTA'! 
  Eccoli...


domenica 22 aprile 2012

I Cannoli

   Di seguito, gentilmente fornita da  Antonella Criserà, la sua versione dei Cannoli seguendo la ricetta dello chef Aiello...!
  Da fonte sicura so che sono andati a ruba... Sicuramente merito dell'abilità di Antonella...!!!! ...proviamo anche noi?

(descrizione, realizzazione e foto Antonella Criserà)

per circa 30 Scorze di Cannoli
500 g. farina
50 g zucchero
50 g strutto raffinato
100 g marsala secco
100 g vino bianco secco
8 g caffè macinato 
100 g albume
Zest di 1 limone
sale
  Fare una fontana con la farina,  aggiungere lo strutto, poi l’albume un po’ alla volta, poi il marsala, il vino bianco e 2 pizzichi di caffe’ macinato, compattare e aggiungere lo zucchero, lo zest di  limone  e il pizzico di sale.
Impastare sul piano di lavoro, avvolgere nella pellicola e far riposare almeno 2 ore in frigo-

sabato 21 aprile 2012

Spezzatino di Vitello con Patate

     Spezzatino di vitello con patate. ....quasi una "genovese" .....così lo definiva mia nonna Bianca...... (in foto ... quello che e' rimasto..!)

   Ho infarinato i bocconcini di vitello (400g circa), messi a rosolare in olio d'oliva ed un po' di burro. Li ho fatti  ben rosolare da tutte le parti, ho sbriciolato un "dado per soffritto" (...purtroppo, a volte, il tempo è tiranno! ...ovviamente un soffritto "fresco" è sicuramente preferibile) e aggiunto due cipolle bianche, affettate sottilmente. Ho mescolato ben bene il tutto e "innaffiato" con del vino rosso. Evaporato il vino, ho aggiunto tre patate a tocchetti piuttosto grossi. Mescolato ancora un po' in modo da insaporire le patate...e ho aggiunto circa mezzo litro di brodo bollente e a coperchio semi-chiuso l'ho fatto cuocere a fuoco basso per circa un'ora e mezza. 
  Qualora si dovesse asciugare troppo aggiungere un po' di brodo. 
  Con il sughetto...ci si può condire la pasta (lunga o corta è indifferente). Io ho preparato le linguine!!!!!!!!!!!!  
Anche con questa ricetta partecipo al 

mercoledì 18 aprile 2012

Blog 100% affidabile!!!!!!

   In una giornata delle più nere in assoluto che abbia mai trascorso, una notizia così non può che farmi tornare il sorriso.
   Il mio più sincero GRAZIE a Meri di merincucina.blogspot.it  (vi consiglio di visitarlo...è delizioso) che ha voluto conferire anche a me questo premio!
 ...Sì è anche per questo che ho voluto cimentarmi nel mondo dei blog...nel mio caso dedicato alla cucina... !!! Mi rilassa, mi diverte, è terapeutico nell'affrontare la vita ...che a volte può essere molto "pesante".

lunedì 16 aprile 2012

Asparagi Gratinati

    Asparagi al burro gratinati....semplicissima

(Ricetta pubblicata su Petitchef)

   Asparagi lessati, adagiati in una pirofila, irrorati con burro fuso, spolverizzati con parmigiano e passati sotto il grill fino a che il formaggio imbrunisce!
...et voilà!

sabato 14 aprile 2012

Funghi Pleurotus

...come li preparo? avete qualche idea?

  Questo scrissi, postando la foto dei funghi su fb, ...due amiche mi vennero incontro!!! 

Crostata alla Nutella

Realizzazione e foto di Cristina Ruggeri   


   Questa ricetta, la mia amica Cristina, la definisce "ricetta col trucco"...scopriamolo insieme...!!!
PASTA FROLLA
5 UOVA (2 GRANDI intere - 3 MEDIE solo tuorli - trucco)
500 GR FARINA
250 GR ZUCCHERO
250 GR BURRO temperatura mbiente
BUCCIA DI 1 LIMONE
MEZZA BUSTINA DI LIEVITO (per dolci!)
PIZZICO DI SALE
    Sbattere col minipimer le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fatto a pezzetti continuando col mini primer fino ad ottenere quasi una crema, versare la buccia del limone grattuggiata e il pizzico di sale. Iniziare a versare la farina mischiata con il lievito poco alla volta, mescolando con il cucchiaio di legno, facendo attenzione a non formare grumi, quando l'imapasto inizia a diventare più solido, impastare a mano.
   Alla fine deve staccarsi dalle mani senza lasciare residui, eventualmente aggiungere ancora un pò di farina (dipende dalla grandezza delle uova usate).

giovedì 12 aprile 2012

Thai...con tocco calabrese

  Sono tanti gli amici che mi hanno "regalato" le loro ricette e per questo, con il loro consenso, le pubblico sul blog!
  Grazie!
   
Ricetta Thai di Manuela Carzo
 (realizzazione e foto)

   3 zucchine - 10 funghi - 2 carote - 2 cipolle - bambù in barattolo già cotto e conservato nell'acqua - 300g gamberetti freschi o surgelati - una lattina di latte di cocco - erba cipollina q.b. - citronella q.b. - sale - riso a chicchi lunghi (basmati o bianco misto a riso venere).
   Tagliare grossolanamente cipolle, zucchine, funghi in quattro parti, carote a rondelle abbastanza sottili. Fare colorare la cipolla con un filino d'olio nel wok o in una normale padella antiaderente, ma con i bordi alti. Aggiungere le verdure e lasciare soffriggere qualche minuto, sempre mescolando. Aggiungere, a questo punto, i gamberetti ed il bambù. Fare saltare il tutto per qualche minuto: i gamberetti perderanno un po' d'acqua....meglio...così insaporiranno le verdure.
"Con questa ricetta partecipo al contest 
in collaborazione con Tec - Al

lunedì 9 aprile 2012

Crocchette di Riso

   Non avevo un granchè in casa e quindi cercando fra i cassetti della memoria un'idea ...mi sono ricordata delle crocchette di riso che era uno dei piatti che preparavo quando si organizzavano le serate dove ognuno portava una pietanza diversa (chissà se i ragazzi....oggi....lo fanno ancora!).
 Per 2 persone:
ho lessato 200g di riso in acqua salata;  dopo averlo scolato l'ho versato in una insalatiera dove ho aggiunto 2 cucchiai di parmigiano e l'ho lasciato raffreddare un pò.    
   

domenica 8 aprile 2012

Crostata morbida con Crema e Ricotta

....lo ammetto.... non amo la pastiera, nella sua preparazione più tradizionale... quindi per portare il "sapore pasquale" in tavola (ma non solo a Pasqua!), preparo questa crostata con la crema e ricotta che, a onor del vero, ha ottenuto un discreto successo.... :) ...!
  La mia definizione di "morbida" sta a significare che ho adoperato il lievito (e la tradizionale ricetta della pasta frolla non lo prevede...)!!
 Ho impastato velocemente 200g di farina, 100g di burro, 3 uova (2 tuorli ed uno intero), 100g di zucchero, un pizzico di sale, 1 bustina di lievito.
  Ho lasciato riposare l'impasto, avvolto nella pellicola da cucina, in frigorifero il tempo necessario a preparare il ripieno.


  Ho preparato la crema bianca (e qui vado ad occhio..) con mezzo litro di latte, 3 tuorli, 2 cucchiai di zucchero e due di farina (ho aggiunto della scorza di limone che poi ho eliminato).

venerdì 6 aprile 2012

Parmigiana di Pescespada

  ...questa versione della "Parmigiana di Pescespada" mi è stata consigliata da una amica di Bagnara Calabra...e lì... a Bagnara...di pescespada se ne intendono!!! In agosto c'è la sagra e si gustano tante stuzzicanti preparazioni.... Vi terrò aggiornati!!!
Cominciamo con gli ingredienti:
600g circa- di pescespada (tagliato a fette sottili: "per involtini")
400g circa- pomodorini
2 melanzane medio/grandi
aglio
olio d'oliva
peperoncino
prezzemolo

200g circa- pangrattato
200g circa-parmigiano grattugiato
sale q.b.

Arrostire le melanzane a fette non spesse.
In una ciotola preparare una dadolata con i pomodorini, aglio, sale, un po' d'olio, prezzemolo e peperoncino (a piacere).
In un'altra ciotola unire pangrattato e parmigiano.
Prendere una pirofila (magari quadrata per facilitare le porzioni) e procedere così: pomodorini, pangrattato/parmigiano, melanzane, pomodorini, pangrattato/parmigiano, pescespada, e così via fino a terminare con le melanzane pomodorini e pangrattato (in totale sono tre strati di melanzane e due di pescespada).
Ricordarsi di mettere un pizzico di sale sia sulle melanzane quanto sul pescespada man mano che si adagiano nella pirofila.

martedì 3 aprile 2012

Calamari Arrostiti

pubblicata anche su Petitchef

calamari (calcolatene 2/3 a persona) -olio d'oliva - aglio - prezzemolo - limone - sale e pepe q.b.
    Dalla vostra pescheria di fiducia fatevi dare i calamari completamente aperti (tipo cotoletta!).
   Con olio, aglio, prezzemolo e succo di limone (consiglio aggiungere il prezzemolo tritato alla fine) preparate un salmoriglio, che terrete da parte fino all'utilizzo.
    Scaldate una padella/bistecchiera e quando è molto molto calda adagiate i calamari. aiutandovi con una forchetta (un cucchiaio di legno o quello che preferite) cercate di farli aderire. Sarà una operazione velocissima poichè i calamari, cuocendosi, ritorneranno alla loro forma originaria. Salateli.Procedete così anche per i "tentacoli" :-)
    A questo punto potete lasciarli così "a ricciolo" (v. foto) oppure tagliarli a listarelle, adagiarli su un piatto e versare sopra il salmoriglio.
Consiglio: anche se, ovviamente, potete cucinarli subito dopo averli comprati, provate a congelarli per almeno 24 ore, dovrebbero risultare più teneri...! Certo...è solo una questione di gusto personale!!!!
Fatemi sapere ;-)
Ottimi anche cucinati sul barbecue!!!!
Questa ricetta partecipa al seguente contest A dieta con gusto

domenica 1 aprile 2012

Frittura di Sciabichella

   Sciabichella .... (il nome deriva dal tipo di rete da pesca "sciabica")....ogni tanto una fritturina fa piacere ed alza il morale... !!
   Devo dire, però che è risultato un fritto asciutto e croccante...!  guarda come frigge!!!
   Cominciamo...
  Innanzitutto ho eviscerato i pesciolini.... Lo so...è un tipo di pesce che va benissimo mangiato intero...ma così facendo...viene meno amarognolo. Certo ...è un lavoro certosino ...di grande pazienza....ma il risultato ripaga della fatica.