domenica 3 giugno 2012

Clafoutis alle Ciliegie

....non avendolo mai assaggiato prima.....non so se sia fedele all'originale... ma... sembra venuto buono!
Bello....sicuramente!!

  Questa ricetta l'ho trovata sull'Enciclopedia "Scuola di Pasticceria" curata dall'Accademia Maestri Pasticceri Italiani per il Corriere della Sera (vol. 4 "Dolci alla Frutta).... quindi ...mi sono fidata.
 
Per il quantitativo di ciliegie mi sono regolata mettendole sulla base dello stampo che avrei adoperato.... (dovranno essere attaccate l'una all'altra).
 Ho tolto il picciolo e le ho denocciolate (alcune ricette viste sul web dicono che i "puristi" di questa ricetta usano le ciliegie con il nocciolo..).
 Le ho messe in una ciotola con due cucchiai di zucchero (tolti da 100g) e mi sono dedicata alla pastella.
In una ciotola ho miscelato insieme 125 g di farina 00 Antigrumi del Molino Chiavazza, lo zucchero rimasto ed un pizzico di sale. Con il minipimer ho sbattuto 3 uova (la ricetta prevede frusta a mano) a cui ho aggiunto, man mano, la farina ed, infine, 3dl di latte.
 Il risultato è abbastanza...anzi....proprio liquido.
Ho imburrato uno stampo (la ricetta lo prevede di 24cm), ho disposto le ciliegie una accanto all'altra (la ricetta prevede di irrorarle con il loro succo....ma non ce n'era nemmeno una goccia) e le ho coperte con la pastella.

  Consiglio vivamente di non usare uno stampo "a cerniera" poichè ho sfiorato il "dramma umano"!!!
Il liquido è iniziato a furiuscire, lentamente.... dopo solo un attimo di panico ho appoggiato lo stampo su una teglia ricoperta con la cartaforno, per evitare il disastro più totale, ed ho messo il dolce in forno che  avevo preriscaldato  a 180° ed ho confidato nella rapida "solidificazione"....! 
 Insomma....per fortuna avevo usato lo stampo da 18cm e, quindi, la parte persa non ha provocato danni alla riuscita del dolce (nè al forno..)!
  Dopo 40 minuti ho spento e lasciato raffreddare un pò prima di sformarlo!
 Una abbondante spolverizzata di zucchero a velo ed è pronto!!

8 commenti:

  1. Ha veramente un'aria invitante! Quanto era buono??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò la verità....devo fare un'indagine tra chi ha assaggiato e/o preparato il clafoutis di ciliegie..!
      Buono...è buono...ma non so se il risultato sia fedele all'originale!
      ..il mio...per farla breve...è venuto "budinoso"...!!!
      se hai qualche dritta ...fammelo sapere!!

      Elimina
  2. Che meraviglia!!! Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Clara
      ..è molto "d'effetto" sicuramente! ...e molto "francese"!!
      come dicevo anche a Marina, se ti capita in giro qualche altra clafoutis di ciliegie mandami il link!!!
      :)

      Elimina
  3. Bianca Bianca ..meraviglia delle meraviglie.
    Tizianeda :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...troppo buona Tizianeda....!!!!
      un bacio da
      bianchetta.. ;) (cit. il nonno) :D

      Elimina
  4. Anch'io conto di farlo in settimana, il tuo sembra ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai trovato qualche altra ricetta in giro? Lo hai assaggiato già qualche altra volta?
      Come dicevo...questo è venuto "budinoso" (spero di riuscire a rendere l'idea)...! Però è probabile che sia così...i francesi amano questo tipo di preparazioni!!
      fammi sapere ;)
      buona serata

      Elimina

Sono sempre molto contenta quando leggo i commenti!
Altrimenti... che senso avrebbe tutto questo?
Grazie a tutti!!! :)